Avv. Andrea Baldrati +39 340 4895530 Avv. Armando Strinati +39 333 5247665

FACEBOOK: ex moglie deve cancellare le immagini ritraenti il marito

Con recente pronuncia il Tribunale di Bari Sez. I, Ord., 07/11/2019 si è espresso positivamente sulla richiesta, avanzata da un marito nei confronti della ex moglie, di cancellazione di immagini ritraenti la propria persona dal profilo facebook della donna.

A riguardo, deve affermarsi in linea generale che la pubblicazione di una fotografia ritraente una persona umana è subordinata alla manifestazione, esplicita o implicita, del consenso da parte della persona ritratta. Tale condizione è prevista sia dalle disposizioni normative a tutela del diritto all'immagine (art 10 c.c. e art . 96 L. n. 633/41) sia da quelle a tutela del diritto alla riservatezza (art. 6 Regolamento UE 2016/679) poiché l'altrui pubblicazione di una propria immagine fotografica costituisce in ogni caso (e a prescindere dall'applicabilità o meno della normativa di tutela di riferimento) una forma di trattamento di un dato personale.

Nel caso di specie, disinteressandosi dell'espresso divieto manifestato dal proprio ex, la donna aveva nel tempo continuato a pubblicare sulla propria pagina Facebook numerose immagini (circa mille fotografie contenute in 35 diversi album) sia del marito che dei figli minori.

La condotta della ex moglie veniva quindi considerata dal Tribunale un abuso dell'immagine altrui, visto che, a fronte della conoscenza dell'espresso dissenso dell'interessato, la donna aveva comunque continuato con la pubblicazione delle foto sul noto social network. Da qui, la condanna alla cancellazione dal proprio profilo Facebook di ogni fotografia ritraente la persona del ricorrente e dei figli minori.

Interessante precisare che, in questi casi, potrà essere anche chiesto al Giudice ex art 614-bis cpc una penale per ogni giorno di ritardo nell'esecuzione dell'ordine di cancellazione.