Avv. Andrea Baldrati +39 340 4895530 Avv. Armando Strinati +39 333 5247665

MARCHIO: perchè l’imprenditore dovrebbe registrarlo.

Un imprenditore che basa il successo della propria realtà anche sullo sfruttamento del proprio marchio, dovrebbe prendere in seria considerazione l'ipotesi di registrarlo al fine di evitare che un competitor, possa legittimamente "rubare" il segno distintivo, sviando la clientela con conseguenti possibili danni al fatturato.

La necessità di registrazione è ancora più forte quando l'attività è nata da poco e ha ancora una notorietà su base territoriale.

Infatti è bene sapere che la Corte di Cassazione, con una recente ordinanza (n. 34531/2019) ha ribadito che il titolare di un marchio di fatto - quindi, mai registrato - e noto solo su un territorio locale, non può impedire a terzi concorrenti di registrare un marchio identico o simile al suo, nè può vietare che chi lo registra decida di utilizzare quel marchio anche nel proprio ambito territoriale.

Pertanto, ritenendo la giurisprudenza possibile la coesistenza di due marchi simili su un unico territorio, non registrare il proprio marchio potrebbe comportare gravi danni alla crescita dell'attività imprenditoriale.