Avv. Andrea Baldrati +39 340 4895530 Avv. Armando Strinati +39 333 5247665

RECENSIONI DIFFAMATORIE: ne risponde anche il gestore del sito

Il libero professionista, l’albergatore, il ristoratore o più in generale chi svolge un’attività commerciale, conosce perfettamente le conseguenze di una recensione negativa postata on-line. Spesso accade che il commento negativo, oltre ad assumere connotati diffamatori e lesivi della propria immagine, sia scritto anche da un concorrente sotto falso nome.

La giurisprudenza più volte si è pronunciata sulla responsabilità del gestore di un sito internet che fornisca, al proprio interno, consigli e recensioni su acquisti, viaggi, ristoranti o attività professionali. In caso di commenti dal contenuto diffamatorio e lesivo della propria immagine, è stato chiarito che

“qualora il gestore di un sito internet non operi come mero intermediario di dati ed informazioni, ma agisca quale erogatore di un servizio integrato, che offre consigli di viaggio e contiene link di prenotazione delle strutture turistiche, sul soggetto sussiste, in ragione di quanto stabilito in via generale dall'art. 2043 c.c, l'obbligo, prim'ancora di risarcire il danno, di prevenirlo e, quantomeno, di vagliare le recensioni postate dagli utenti ed escludere quelle apertamente diffamatorie ovvero quelle che non appaiono postate da veri viaggiatori” (Trib. Venezia Sez. III Ordinanza, 24-02-2015).

Controllo che dovrà essere ancora più stringente qualora agli occhi degli utenti il sito si caratterizzi per l’affidabilità delle recensioni pubblicate da veri viaggiatori, elemento spesso pubblicizzato nello stesso sito.

In conclusione, qualora un soggetto o una attività sia destinataria di commenti diffamatori o lesivi della propria immagine potrà essere richiesta, anche in via d’urgenza, la rimozione della recensione, nonché il risarcimento del danno all'autore materiale del commento, nonchè al gestore del sito.