Avv. Andrea Baldrati +39 340 4895530 Avv. Armando Strinati +39 333 5247665

RESPONSABILITÀ AZIENDALE: colpa organizzativa in assenza di documento di analisi dei rischi 231

È quanto ha dichiarato la Suprema Corte con Sentenza Penale n. 18842/2019, ribadendo che il principio di colpa organizzativa è fondato "nel sistema introdotto dal D. lgs. 231/01, sul rimprovero derivante dall’inottemperanza da parte dell’ente dell’obbligo di adottare le cautele, organizzative e gestionali, necessarie a prevenire la commissione dei reati previsti tra quelli idonei a fondare la responsabilità del soggetto collettivo, dovendo tali accorgimenti essere consacrati in un documento che individua i rischi e delinea le misure atte a contrastarli. […]”

La sentenza della Cassazione prende le mosse dalla vicenda che ha visto coinvolta un’azienda ritenuta colpevole, secondo l’accusa, di aver gestito abusivamente lo smaltimento dei rifiuti abbandonandoli in luoghi non autorizzati. La Corte Suprema, nel confermare la responsabilità della società (con sanzione amministrativa di € 64.000,00) ha ribadito che “… una volta accertata la commissione di determinati reati da parte delle persone fisiche che esercitano funzioni apicali, i quali abbiano agito nell'interesse o a vantaggio delle società, incombe sui predetti enti l'onere, con effetti liberatori, di dimostrare di aver adottato ed efficacemente attuato, prima della commissione del reato, modelli di organizzazione e di gestione idonei a prevenire reati della specie di quello verificatosi”

L’invito è pertanto quello di dotarsi di un idoneo documento di analisi dei rischi connessi ai reati di cui al Dlgs 231/01, che ha posto le basi per il sistema 231. Questo documento, è anche un utile strumento probatorio per dimostrare l’assenza di qualsivoglia responsabilità in caso di comprovata gestione dei rischi medesimi in ottemperanza ad un corretto modello organizzativo.

Questo documento di analisi deve essere inserito nel sistema di gestione, e utilizzato come modello di organizzazione del rischio, oltre che nella gestione e controllo di questo. In esso, deve essere contenuta la valutazione dei rischi aziendali, le fattispecie di reato, i sistemi di controllo, l’organismo di vigilanza preposto e un sistema di controllo interni per la prevenzione dei rischi. 

Cerchi uno studio legale per l'analisi dei rischi 231? Scrivici.