Avv. Andrea Baldrati +39 340 4895530 Avv. Armando Strinati +39 333 5247665

TRUST: nullo se il disponente mantiene il controllo sui beni

Con una recente sentenza del 02.04.2019, il Tribunale di Reggio Emilia ha affermato che, per istituire un trust pienamente valido ed efficace, è necessario che vi sia l'effettiva perdita da parte del disponente della disponibilità di quanto conferito nel trust stesso. In caso contrario, ossia qualora la perdita del controllo sui beni si rivelasse solo apparente, il trust dovrà essere dichiarato nullo (sham trust), e come tale, non produttivo dell'effetto segregativo tipico dell'istituto.

Sul punto, infatti, è bene precisare che, ai sensi dell'art. 2 della Convenzione dell'Aja (L. 364/1989), è richiesta quale condizione essenziale per il riconoscimento del trust l'esistenza di un autonomo potere in capo al trustee di gestione e di controllo del bene oggetto della segregazione patrimoniale, affinché non vi possa essere alcuna interferenza da parte del disponente.